Nel 2010, il sorpasso: Facebook più visitato di Google

| 02 gen 2011

Nel 2010 il sorpasso, negli USA Facebook batte Google e si afferma come il sito piu' visitato. Intanto intorno al social network si sta per aprire un nuovo capitolo della battaglia legale che si protrae da anni tra i gemelli Winklevoss, che avrebbero avuto l'idea da cui poi nacque Facebook, e il suo fondatore Mark Zuckerberg.

Il sito web di social network, secondo quanto rivela uno studio di Experian Hitwise, ha scalzato il motore di ricerca al primo posto della classifica dei portali piu' visitati negli Usa nell'anno appena concluso: fra gennaio e novembre Facebook e' stato visitato dall'8,93% dei navigatori contro il 7,19% di Google.com. Mountain View supera pero' Facebook se vengono inclusi nel conteggio tutti i siti che fanno capo a Google, fra i quali quali Youtube e Gmail. In questo caso infatti Google e' stato visitato dal 9,85% dei navigatori. Il terzo posto va in ogni caso a Yahoo! con l'8,12% dei navigatori.



Leggi tutto...

1 Gennaio 2011: un bug sull' iPhone non fa attivare la sveglia

|

Un 'bug' nel sistema operativo degli apparecchi della Apple non ha fatto suonare la sveglia la mattina del 1 Gennaio 2011 a iPhone, iPod e iPad. Apple fa sapere che il problema che potrebbe ripetersi anche nei prossimi giorni. L'allarme, da parte degli utenti, e' stato lanciato dapprima su Twitter, per poi essere ripreso sui siti specializzati come Endgadget e Macworld. I primi ad accorgersene sono stati, per ovvie ragioni di fuso orario, gli abitanti del Pacifico, ma progressivamente il problema è emerso anche in altre parti del mondo. Il baco si manifesta in maniera abbastanza semplice: una suoneria fissata per la giornata di oggi, non suona. L'unico modo per farla suonare è fissarla come sveglia ricorrente.

Il problema, spiegano gli esperti online, si e' verificato solo per coloro che avevano l'apparecchio acceso tra le 23.59 del 31 dicembre e le 00.00 dell'1 gennaio del rispettivo fuso orario, e solo per gli 'allarmi' non ricorrenti. Tuttavia Macworld fa sapere che il tutto dovrebbe risolversiil 3 gennaio.

Leggi tutto...